Vai al contenuto della pagina | Vai al menù di secondo livello

.

Autoritą di Audit





Autoritą di Audit per le operazioni cofinanziate dalla Commissione Europea

Fondo Europeo per le Frontiere Esterne - Programma Quadro "Solidarietą e Gestione dei Flussi Migratori" - Periodo 2007-2013

Assicura controlli alle frontiere esterne uniformi e di alta qualità favorendo un traffico transfrontaliero flessibile

Il Fondo Europeo per le Frontiere Esterne per il periodo 2007/2013, nell’ambito del programma Solidarity and Management of Migration Flows, è stato formalmente istituito con decisione n. 574/2007/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 23 maggio 2007.

Ai sensi dell’art. 3 della Decisione n.574/2007/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 23 maggio 2007, il Fondo contribuisce ai seguenti obiettivi:
  1. organizzazione efficiente dell’attività di controllo e di sorveglianza delle frontiere esterne;
  2. gestione efficiente, da parte degli Stati membri, dei flussi di persone alle frontiere esterne, in modo da assicurare, da un lato, un elevato livello di protezione lungo quelle frontiere e, dall’altro, l’attraversamento senza problemi delle frontiere esterne conformemente all’acquis di Schengen e ai principi di trattamento rispettoso e dignità;
  3. applicazione uniforme, da parte degli operatori di frontiera, della normativa comunitaria sull’attraversamento delle frontiere esterne, in particolare del regolamento (CE) n. 562/2006;
  4. miglioramento della gestione delle attività organizzate dai servizi consolari e da altri servizi degli Stati membri nei paesi terzi, in relazione ai flussi di cittadini di paesi terzi verso il territorio degli Stati membri e alla cooperazione tra Stati membri al riguardo.

Così come disposto dall’art. 32 della Dec. 574/2007/CE, l’Autorità di Audit:

  1. provvede affinchè siano svolti audit per accertare il corretto funzionamento del sistema di gestione e controllo.
  2. provvede affinchè siano svolti audit in base ad un campione adeguato di azioni, per verificare le spese dichiarate; il campione deve rappresentare almeno il 10% delle spese totale ammissibili per ogni programma annuale;
  3. presenta alla Commissione, entro sei mesi dall’approvazione del programma pluriennale una strategia di audit riguardante gli organismi preposti alle verifiche di cui alle lettere a) e b), garantendo che i principali beneficiari del cofinanziamento del Fondo siano oggetto di audit e che le verifiche siano ripartite uniformemente sull’intero periodo di programmazione.
  4. entro il 30 settembre di ogni anno, dal 2010 al 2015, per ciascun programma annuale, l’Autorità redige una Relazione da  presentare alla Commissione che include:

a. una relazione annuale di audit, redatta conformemente alla sezione A del modello di cui all’allegato VII della Dec. 2008/456/CE, in cui figurano i risultati dei controlli effettuati secondo la strategia di audit con riguardo al programma annuale e le eventuali carenze riscontrate nei sistemi di gestione e controllo del programma. La relazione si basa sugli audit dei sistemi e sugli audit dei progetti, effettuati in accordo con la strategia di audit;

b. un parere, redatto conformemente alla sezione B del modello di cui all’allegato VII della Dec. 2008/456/CE, in base ai controlli e agli audit effettuati sotto la propria responsabilità, per appurare se il funzionamento del sistema di gestione e controllo offra adeguate garanzie circa la correttezza delle dichiarazioni di spesa presentate alla Commissione e la legittimità e le regolarità delle operazioni soggiacenti. Il parere si basa sugli audit dei sistemi e sugli audit dei progetti, effettuati in accordo con la strategia di audit;

c. una dichiarazione, redatta conformemente alla sezione C del modello di cui all’allegato VII della Dec. 2008/456/CE, che accerta la validità della domanda di pagamento o della dichiarazione di rimborso del saldo finale e la legittimità e la regolarità della spesa in questione. La dichiarazione di validità si basa su tutta l’attività di audit svolta dall’AdA e, se necessario, su verifiche complementari 




Icona Invia | Invia Icona Stampa | Stampa